collio-klin-primosic
1 commento

Primosic Klin 2010

Da abbinare alla nostra carbonara scomposta (e non solo) ho voglia di far conoscere (e apprezzare, ne sono sicuro) un ottimo vino bianco friulano, denominazione Collio doc, il Primosic “Klin Collio bianco riserva 2010”.
Si compone di Sauvignon blanc, Friulano bianco (non posso più scrivere Tocai, ahimè!), Chardonnay e Ribolla gialla.
La zona di produzione, a forma di cuneo (klin, appunto), nel Collio, è su un terreno abbastanza povero di materia organica, ma che conferisce al vino una giusta mineralità. Le quattro uve che lo compongono vengono vinificate separatamente, per poi essere mescolate successivamente (per ultima la Ribolla gialla).
Segue, dopo la prima fase in legno, un passaggio sui lieviti e ulteriori sei mesi in bottiglia.
Per la sua natura, si presta a un discreto invecchiamento.
Vino molto complesso e di ottima struttura, va bevuto, secondo me, a 14 più che 10° C, per non penalizzarne il bouquet. Un aroma ricco di sentori di frutta esotica, con un tono pungente da macchia mediterranea (per la forte presenza del Sauvignon). Lo Chardonnay si rivela, invece, al palato, arrotondando il gusto, rendendo “grasso” il vino. Vino che è sapientemente (oserei dire) acido, grazie alla Ribolla gialla, con note tostate, molto eleganti, che vanno così a bilanciare il grasso del piatto.
Il calice “deve” essere sufficientemente ampio, da Chardonnay, tale da poter permettere al bouquet di essere apprezzato al meglio.

170041BF9021990_01_1

Figlio del generoso Friuli, cela (ma al bicchiere svela), tutto il carattere del territorio, la sua Storia e la sua complessità.
Salute!

                                                                                                                                              guido (IO)

1 commento

  1. Pingback: La carbonara scomposta

Scrivi una risposta